Skip to content
 

Archivisti e professioni non regolamentate: PDL 1934 approvata dalla Camera

Nella seduta del 17 aprile la Camera dei Deputati ha approvato il testo unificato sulla disciplina delle professioni non regolamentate elaborato dalla Commissione attività produttive.

In sintesi, è previsto che:

– una norma UNI definisca i principi e i criteri che disciplinano l'esercizio auto-regolamentato della singola attività professionale, per assicurarne la qualità

– le associazioni professionali possano rilasciare ai propri iscritti delle attestazioni su molteplici aspetti (regolare iscrizione del professionista, requisiti e standard qualitativi, possesso della polizza assicurativa)

– per i settori di competenza, le associazioni possano promuovere la costituzione di organismi di certificazione della conformità a norme tecniche UNI, accreditati dall'organismo unico nazionale di accreditamento (ACCREDIA): questi organismi possono rilasciare, su richiesta del singolo professionista anche non iscritto ad alcuna associazione, il certificato di conformità alla norma tecnica UNI definita per la singola professione.

L'ANAI, che fa parte della Consulta delle Associazioni professionali non regolamentate   istituita presso il CNEL, segue e partecipa ai confronti per la regolamentazione della professione dal 1992 (qualche dettaglio dal sito ANAI.org, in particolare Albo professionale e Certificazione).

Da ieri pomeriggio, sono disponibili aggiornamenti nell'apposito spazio Professioni non regolamentate entro i temi dell'attività parlamentare. Ora spetta al Senato.

ANAI Lombardia seguirà questo tema e vi informerà. Siamo interessati ai commenti e alle segnalazioni dei soci lombardi, soprattutto sul forum Archiviando.

 

Un commento

  1. Mara Pozzi ha detto:

    Il 5 giugno l'ANAI Toscana e la Soprintendenza archivistica presenteranno i risultati di un indagine volta a verificare lo stato di attuazione,  presso i comuni toscani, dell'art. 61 del DPR 445/2000 relativo all'istituzione del Servizio archivistico per la gestione informatica dei documenti, dei flussi documentali diretto da personale adeguatamente formato con competenze  e professionalità archivistiche.
    Questa mi pare un'iniziativa concreta per tutelare e promuovere la professione degli archivisti e che dovrebbe/potrebbe essere attuata anche in Lombardia.
    Mara